È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto-legge 24 marzo 2022, n. 24 “Disposizioni urgenti per il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia da COVID-19, in conseguenza della cessazione dello stato di emergenza.”

Sintesi dei provvedimenti più importanti:

Cessazione stato di emergenza

Il 31 marzo finisce lo stato di emergenza ed inizia il percorso di uscita che prevede:

  1. fine del sistema delle zone colorate;
  2. graduale superamento del green pass;
  3. eliminazione delle quarantene precauzionali.

Obbligo vaccinale

Fino al 15 giugno 2022 permane l’obbligo vaccinale per

  •  gli over 50 (prevista sanzione € 100 per gli inadempienti),
  • il personale scolastico, della difesa, sicurezza, soccorso pubblico, polizia locale, amministrazione penitenziaria, personale delle università, degli istituti tecnici superiori, delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica, nonché al personale dei Corpi forestali;
  • in particolare il personale docente ed educativo della scuola la vaccinazione costituisce requisito essenziale per lo svolgimento delle attività didattiche a contatto con gli alunni.

 

Green pass

Fino al 30 aprile 2022 

  • nei luoghi di lavoro privati è prorogato l’obbligo, a chiunque acceda, ivi compresi i titolari dei servizi di ristorazione o di somministrazione di pasti e bevande, di possedere ed esibire, su richiesta, il green pass base anche per gli over 50;
  • è necessario il green pass base per accedere ai trasporti effettuati da aeromobili, navi e traghetti interregionali ad eccezione dei collegamenti nello stretto di Messina e di quelli per le Isole Tremiti, treni e autobus interregionali, autobus a noleggio con conducente, a lunga percorrenza;
  • è necessario il green pass base per mense, catering continuativo, servizi di ristorazione al banco o al tavolo al chiuso ad eccezione dei servizi di ristorazione all’interno degli alberghi o altre strutture ricettive riservati esclusivamente ai clienti ivi alloggiati; concorsi pubblici, corsi di formazione pubblici e privati, colloqui visivi con i detenuti degli istituti penitenziari per adulti o minori, spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportive all’aperto;
  •  permane il green pass rafforzato per accedere piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra e di contatto, centri benessere, convegni, congressi, centri culturali, sociali e ricreativi per attività al chiuso, feste, cerimonie civili e religiose al chiuso, sale da gioco sale scommesse, bingo e casinò, sale da ballo, discoteche e locali assimilati, spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportive al chiuso

 

Mascherine

Fino al 30 aprile 2022 

  • permane l’obbligo di FFP2 per assistere a spettacoli aperti al pubblico al chiuso o all’aperto in teatri, sale da concerto, cinema, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati, eventi e competizioni sportive
  • nei luoghi di lavoro, per i lavoratori permane l’obbligo di mascherine chirurgiche o di livello superiore 
  • permane obbligo di FFP2 sui seguenti mezzi di trasporto: aeromobili, navi e traghetti per trasposto interregionale, treni interregionali, intercity e alta velocità, autobus di linea interregionali, autobus a noleggio con conducenti, mezzi di trasporto scolastico, mezzi di trasporto pubblico locale o regionale, funivie, cabinovie e seggiovie
  • obbligo di DPI delle vie respiratorie (anche chirurgiche) in tutti i locali al chiuso diversi da quelli sopra citati, con la sola esclusione delle abitazioni private. L’obbligo di cui al presente punto non sussiste quando per le caratteristiche dei luoghi sia garantito in modo continuativo l’isolamento da persone non conviventi.
  • obbligo di DPI delle vie respiratorie (anche chirurgiche) anche nelle sale da ballo, discoteche e locali assimilati al chiuso ad eccezione del momento del ballo.

 

Obblighi vaccinali e lavoratori

  • Per il rientro al lavoro degli ultracinquantenni sarà sufficiente il green pass base.

 

Lavoratori fragili

  • proroga al 30 giugno 2022 della sorveglianza sanitaria dei lavoratori maggiormente esposti a rischio contagio

 

Smart working

  • proroga al 30 giugno 2022 delle regole semplificate sullo smart working

 

Quarantena

  • dal 1 aprile 2022 è fatto divieto di mobilità dalla propria abitazione o dimora solo alle persone sottoposte alla misura dell’isolamento in quanto risultate positive al Covid 19, sino all’accertamento della guarigione;
  • tutti i contatti stretti con soggetti confermati positivi al Covid 19 sono sottoposti al regime dell’auto-sorveglianza.

Le principali novità dal 1° maggio

Scomparirà l’obbligo di indossare mascherine al chiuso.

Sui mezzi pubblici non sarà richiesto alcun certificato né servirà per lavorare: sarà necessario solo per accedere alle strutture sanitarie.

 

 

 

Le altre notizie