Nel portale del Governo continuano ad essere aggiornate le FAQ inerenti l’emergenza Coronavirus 

Tra le ultime pubblicate si segnala una importante risposta fornita in merito alle imprese che hanno l’attività sospesa.

La sospensione, è precisato, riguarda l’attività di produzione e gli uffici. Tuttavia, gli uffici amministrativi possono svolgere in sede le proprie funzioni e, più in generale, le attività di backoffice non effettuabili da remoto.

Infatti, sono da ritenere comunque esercitabili presso l’azienda le attività “fondamentali, indifferibili e inderogabili purché del tutto estranee a quella produttiva“. Ad esempio: i pagamenti degli stipendi, i pagamenti fornitori, l’acquisizione di documentazione indispensabile. Pertanto, si ritiene siano da ricomprende nelle attività concesse anche il recarsi presso l’azienda per la fatturazione, la contabilità, gli adempimenti in materia di lavoro quali i cedolini, ecc.

Occorre comunque attenersi alle regole e limitazioni già stabilite dai precedenti provvedimenti e accordi con le parti sociali limitando il più possibile il numero del personale presente e assicurando il rispetto delle misure precauzionali adottate.

Al fine di agevolare lo spostamento del personale verso e dai luoghi di lavoro, si suggerisce al datore di lavoro di rilasciare una dichiarazione attestante la necessità della presenza del lavoratore nei locali aziendali.

Le altre notizie