Con la circolare n. 13 del 2 luglio (in allegato) l’Agenzia delle Entrate fornisce 3 chiarimenti chiave circa l’obbligo di fattura elettronica nei subappalti pubblici:

  1. L’obbligo non si estende a fornitori non coinvolti direttamente nei rapporti con la stazione appaltante;
  2. non scatta se a monte dell’appalto c’è una società non qualificabile come PA (anche se controllata da un ente pubblico);
  3. non si estende ai rapporti interni alle imprese componenti di un consorzio impegnato in un appalto pubblico.

La circolare risponde ad alcuni quesiti arrivati da associazioni di categoria e singoli operatori sui punti più controversi delle norme che dallo scorso primo luglio obbligano a gestire con fatturazione elettronica anche i rapporti economici nei subappalti per la realizzazione delle opere pubbliche.

Leggi qui la circolare n°13 02_07_2018 dell’ Agenzia delle Entrate