CNA e le altre Organizzazioni Datoriali, insieme a CGIL, CISL e UIL, hanno sottoscritto un Accordo Interconfederale per aumentare l’importo degli assegni riconosciuti dal Fondo di Solidarietà Bilaterale Alternativo dell’Artigianato (FSBA) ai lavoratori dell’artigianato in caso di riduzione o sospensione dell’attività lavorativa. L’intesa, anche in considerazione dell’Accordo Interconfederale del 17 dicembre 2018, rafforza il portato della nostra Bilateralità, che interviene a favore delle imprese artigiane, erogando prestazioni integrative in caso di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa. Grazie alla sottoscrizione dell’accordo – che ha natura sperimentale per il 2019 – gli importi dell’assegno ordinario e straordinario verranno calcolati su un nuovo massimale pari ad euro 1.193,75. La regolarità contributiva utile per l’erogazione delle prestazioni da parte del Fondo è stata fissata in 36 mesi consecutivi dal momento dell’iscrizione. Cna esprime  grande soddisfazione per la comune volontà delle Parti Sociali, che hanno consentito di ampliare e migliorare la fruibilità degli strumenti di sostegno al reddito che FSBA eroga per aziende e lavoratori del nostro comparto. Si  ritiene opportuno sottolineare come FSBA rappresenti l’unico strumento utile per mantenere complessivamente i livelli occupazionali nelle Imprese artigiane, ancora oggi emblema qualitativo, oltre che quantitativo del sistema produttivo Italiano.

Si allega il testo dell’ accordo interconfederale

Accordo Interconfederale FSBA 4 febbraio 2019

 

Le altre notizie