Pubblichiamo la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico, che sarà presto pubblicata in G.U., con la quale viene consentito “lo smaltimento, entro il corrente anno, delle scorte di imballaggi ed etichette che risultino nella disponibilità delle imprese a seguito di contratti stipulati prima del 1° aprile, data di applicazione del regolamento dell’Unione n. 2018/775, nonché prima della data di pubblicazione dei decreti di proroga dei decreti nazionali in materia di indicazione obbligatoria in etichetta dell’origine del grano nella pasta, del riso, del pomodoro e del latte, in corso di adozione.”

Questo è un successo ottenuto dalla CNA che per prima aveva posto all’attenzione del MISE e della Commissione Europea che in questa situazione fosse necessario un intervento che consentisse alle imprese del settore alimentare di non spendere ulteriori soldi per l’adeguamento delle etichette, anche in considerazione della reintroduzione dei decreti nazionali in materia di origine.

Ora manca solo la risposta della commissione europeo sul differimento del periodo di applicazione del regolamento 775/2018 a cui stiamo lavorando in stretta collaborazione con il MISE.

Le altre notizie