Nella serata di martedì 27 febbraio la CNA, le altre Organizzazioni Datoriali e SLC-CGIL, FISTEL-CISL e UILCOM-UIL hanno sottoscritto l’accordo di rinnovo del CCNL Area Comunicazione per il triennio 2015-2018.

Il contratto in parola riguarda circa 50.000 imprese e oltre 80.000 lavoratori dei settori, tra gli altri, della grafica, della tipografia, dell’informatica e dei servizi multimediali, della consulenza e dei servizi alle imprese.

Nell’accordo raggiunto sono stati aumentati i limiti quantitativi per la assunzioni con contratto a tempo determinato, prevedendo la possibilità di assumere nelle imprese che occupano da 0 a 5 dipendenti 3 lavoratori a termine, mentre per le imprese che occupano più di 5 dipendenti è consentita l’assunzione nella misura del 35 %. Questo consente all’impresa uno strumento di flessibilità per poter rispondere ai picchi e flessi dell’attività lavorativa.

È stato convenuto un istituto che regola il mutamento di mansioni, e che dà la possibilità all’imprenditore di poter riconoscere “temporaneamente” l’assegnazione a mansioni superiori prima che queste diventino definitive.

Sono state aggiornate le normative riferite alla bilateralità propria del nostro comparto EBNA/FSBA e SAN.ARTI e aggiornate le normative del part–time e dell’apprendistato al D.Lgs 81/2015.

Al fine di poter contare su orari di lavoro più elastici, è stata aumentata la possibilità di estendere l’orario di lavoro settimanale a 48 ore da un massimo di 136 a 144 ore.

E’ stata inoltre inserita una specifica regolamentazione contrattuale che consente l’assunzione di personale a tempo determinato con retribuzioni inferiori rispetto al livello di inquadramento previsto per un periodo di 24 mesi, ed altre normative che troverete nel testo allegato alla presente.

Gli incrementi retributivi concordati, al livello di addensamento sono pari a € 48,00 per le imprese artigiane ed € 58,00 per le imprese non artigiane. Ad integrale copertura del periodo di carenza contrattuale è stato previsto un importo “una tantum” di € 150,00.

L’intesa raggiunta unitariamente ha ricomposto la rilevante frattura che si era generata con SLC-Cgil che, successivamente al precedente rinnovo, aveva ritirato la sua firma dall’accordo e questo, in considerazione delle grandi tensioni intervenute, è un ottimo risultato che consente l’applicazione della disciplina contrattuale in misura ordinata, senza contenziosi sulla sfera di applicazione.

In conclusione, si  esprime soddisfazione per l’intesa raggiunta sia per il dato politico-sindacale, che per quello di contenuto, che consente di proporre alle imprese destinatarie della normativa contrattuale uno strumento che garantisce maggiore flessibilità nello svolgimento dei rapporti di lavoro e minori costi rispetto alle altre normative contrattuali di riferimento.

Si allega copia accordo firmato.

Accordo di rinnovo CCNL Area Comunicazione del 27 febbraio 2018

 

Le altre notizie