Questo l’esito dell’incontro che si è svolto il 25 luglio presso la sede del ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture tra le associazioni aderenti a Unatras (il coordinamento unitario delle associazioni italiane dell’autotrasporto costituito da Confartigianato Trasporti, Fai, Fita, Assotir, Fiap, Sna Casa, Unitai) e con il ministro Danilo Toninelli.

Le associazioni aderenti a Unatras hanno presentato al Ministro l’elenco delle questioni da risolvere, che è immutato da alcuni mesi, cui si è aggiunta la richiesta di ripristinare l’importo delle deduzioni forfettarie per le spese non documentate ai livelli precedenti, ossia 51 euro al giorno contro i 38 stabiliti per il 2017.

Nonostante l’assenza di risposte concrete alle questioni poste da Unatras, apprezziamo la disponibilità del ministro Toninelli che si è impegnato a lavorare con il ministero dell’Economia al fine di reperire risorse aggiuntive per aumentare gli importi delle deduzioni forfettarie relative ai redditi 2017 ed ha annunciato l’apertura di un tavolo di confronto con la nostra categoria per individuare soluzioni da attuare in tempi brevi nell’interesse degli autotrasportatori e dell’economia del Paese. A fronte di questo impegno del ministero, Unatras ha deciso il differimento all’ultima settimana di settembre del fermo nazionale dei servizi di autotrasporto merci previsto dal 6 al 9 agosto”.

Le altre notizie